Allungamento corona clinica con utilizzo del laser a diodi

Gestione dei tessuti molli con l'utilizzo del Laser a diodi
by Dott. Massimo Orefice 21-01-2012
L’utilizzo del Laser a diodi nei casi di denti fratturati o rovinati dalla carie si rivela di notevole aiuto, data la possibilità di lavorare in campo asciutto (senza sangue). Se si aggiunge, a questo, la possibilità di rimodellare il bordo gengivale fa del Laser a diodi uno strumento di elezione in queste tematiche. Il caso in esame tratta di un incisivo laterale sup. destro fratturato da circa un mese per una carie che interessava parte del colletto dentale, si noti come la gengiva abbia modificato il suo assetto coprendo buona parte del moncone. Il Laser a diodi in questo caso ci ha permesso di rimodellare il bordo gengivale, di allungare la corona clinica e ci ha dato la possibilità di inserire un perno endo-canalare senza grosse difficoltà permettendoci di lavorare in asciutto.


Scritto da Dott. Massimo Orefice
Triggiano (BA)
Massafra (TA)

 
 
 
 

TAG: utilizzo del Laser a diodi