Impianto post-estrattivo a carico immediato

Viene realizzata una corona su un impianto post-estrattivo a carico immediato sul 14
by Dott. Massimiliano Lanza 15-12-2009
La Pz. richiede la sostituzione di un vecchio manufatto protesico consistente in una corona in lega vile con faccetta in resina sul 15 che porta il 14 in estensione. L'esame radiografico evidenzia la preseza del residuo radicolare del 14 senza reazioni periradicolari. Si decide quindi per la rimozione del manufatto protesico, l'estarzione del residuo radicolare, l'inserimento di un impianto in zona 14 e l'allestimento di due corone provvisorie sul 14 e 15. Dopo 6 mesi, completata l'integrazione della fixture e la maturazione dei tessuti molli si procede alla presa delle impronte, utilizzando sull'impianto un transfert personalizzato per trasmettere al laboratorio l'anatomia precisa dei tessuti molli. Vengono realizzate due corone in zirconia-ceramica.


Scritto da Dott. Massimiliano Lanza
San Donà di Piave (VE)

Manufatto protesico da sostituire
Esame Rx che evidenzia residuo radicolare in sede 14
estrazione del residuo radicolare ed inserimento impianto in zona 14
Corona provvisoria su impianto
Corone provvisorie su 15 e su 14 a carico immediato (stesso giorno)
realizzazione transfert personalizzato 1
realizzazione transfert personalizzato 2
realizzazione transfert personalizzato 3
transfert persoanlizzato finito
transfert conesso
impronta su impianto
Corone terminate

TAG: Impianto post-estrattivo a carico immediato

Sullo stesso argomento