Sbiancamento dentale professionale con perossido di idrogeno

Sbiancamento dentale professionale con perossido di idrogeno al 38% e domiciliare con perossido di carbamide
by Dott. Paolo Fulgenzi 10-04-2012
Alla fine del trattamento ortodontico il paziente esprime il desiderio di sbiancare i propri denti che si presentano in effetti con un croma molto carico per un soggetto della sua età. Si procede rilevando il colore iniziale che è un A3,5. Dopo aver isolato accuratamente la gengiva con diga liquida e passati dei gommini a bassa porosità sulla superficie vestibolare dei denti, si applica un gel contenente perossido di idrogeno al 40% attivandolo con lampade a luce calda o laser. Si eseguono tre cicli da 10 min, rinnovando ogni volta il prodotto. Il colore rilevato alla fine del trattamento è un A2. Il risultato ottenuto è assolutamente soddisfacente, ma per migliorarlo e soprattutto per conservarlo a lungo si prosegue anche con un trattamento domiciliare con perossido di carbamide a bassa concentrazione. Nei giorni successivi al trattamento si consiglia una dieta bianca evitando cibi pigmentati.


Scritto da Dott. Paolo Fulgenzi
Pescara (PE)

SITUAZIONE INIZIALE : A3,5
PEROSSIDO DI IDROGENO 40%
SITUAZIONE FINALE A2
CONTROLLO A 1 SETTIMANA

TAG: sbiancamento denti