Carie del colletto: fasi operative

Odontoiatria adesiva come soluzione definitiva nei casi di carie del colletto.
by Dott. Gianluigi Renda 13-01-2013
La carie del colletto è una lesione che diventa velocemente ingravescente, determinando dapprima una sensibilità aumentata e - se non trattate nel breve periodo - la necrosi pulpare. Questo accade perchè a livello del colletto dentale, ovvero il terzo cervicale del dente, la polpa dentale è molto vicina allo smalto, cosicchè la lesione cariosa dovrà percorrere meno strada prima di determinare la morte del dente.

Le fasi operative, che portano ad una buona otturazione, derivano dalla necessità di isolare il campo operatorio, evitando di fatto la possibilità che l'umidità possa interferire con l'adesione tra dente e composito. Per fare ciò è INDISPENSABILE l'utilizzo della diga di gomma e/o fluida. nei settori antero-superiori può essere adottata la diga fluida fotopolimerizzante, a patto che venga utilizzata insieme al filo retrattore e ai rulli salivari.

In questo caso clinico si trattano due incisivi centrali superiori con diga fluida. Il risultato è buono ed immediato ed il paziente risolve il suo inestetismo e sensibilità in una sola seduta odontoiatrica.


Scritto da Dott. Gianluigi Renda
Castrovillari (CS)

fase preparatoria all'applicazione del sistema adesivo
ricostruzione completa

TAG: carie del colletto