Fibroma, escissione chirurgica

Questo caso clinico è particolare, perché, oltre all'esigenza di procedere alla rimozione del fibroma, c'era la necessità di ricostruire la gengiva aderente andata perduta con l'intervento ed ottenere così un approfondimento del fornice per poter costruire una protesi totale rimovibile, ottimale.
by Dott. Gustavo Petti 13-02-2009

Questo caso clinico è particolare, perché, oltre all'esigenza di procedere alla rimozione del fibroma, c'era la necessità di ricostruire la gengiva aderente andata perduta con l'intervento ed ottenere così un approfondimento del fornice per poter costruire una protesi totale rimovibile, ottimale.

 

Per semplicità di esposizione, il caso è presentato come testo atlante.

 

Parole chiave:
Fibroma, innesto libero di gengiva, approfondimento del fornice



Scritto da Dott. Gustavo Petti
Cagliari (CA)
Consulente di Dentisti Italia

Fibroma in regione 14 - 11 .
Si pinza il fibroma e si incide profondamente il margine inferiore.
Allo stesso modo si procede sul lato superiore.
Il fibroma è stato rimosso e si prepara il letto ricevente per un innesto libero di gengiva.
Si prende il modello per l'innesto .
Si procede al prelievo dalla mucosa palatale.
L'innesto è suturato sul letto ricevente. Notare la sutura a croce che ancora saldamente l'innesto alla gengiva ed al periostio apicalmente.
Prelievi bioptici vengono inviati in laboratorio; la diagnosi istologica confermerà il fibroma.
Dopo tre mesi la guarigione è in stato avanzato. Il fornice è approfondito, la gengiva aderente è aumentata. Si potrà procedere alla progettazione della protesi definitiva.

TAG: Fibroma, escissione chirurgica